fbpx

Startup Weekend Women’s Edition e poi?

Startup Weekend Women’s Edition e poi?

I numeri: 40 partecipanti, 11 giurate, 12 mentor, 3 organizzatrici: questo il nucleo di Startup Weekend Women’s Edition.
Cosa è successo durante lo scorso weekend?
Le partecipanti, che hanno accolto l’invito a partecipare al primo Startup Weekend in Italia di sole donne, sono arrivate venerdi super cariche!
Con il format di Startup Weekend si entra subito nel vivo, con gioia di tutte, al momento in cui iniziano i 60 secondi a disposizione per raccontare la propria idea si scopre che praticamente il 50% delle partecipanti ha una idea: questo è stato uno dei primi segni che hanno fatto capire che l’evento sarebbe stato un successo.
A passare la selezione, effettuata dalle ragazze stesse sono state in 8 su 19, sulle quali poi si è proceduto a lavorare nella giornata di sabato e di domenica fino al pomeriggio, (la sera del venerdì stesso praticamente tutti i gruppi neoformati si sono messi subito al lavoro, segno che non c’era tempo da perdere!) con l’ausilio delle mentor, arrivate quasi da ogni angolo del nostro Paese, che hanno saputo aiutare, con le loro competenze specifiche i progetti che piano piano prendevano forma.

Durante il weekend ci sono stati anche dei momenti che hanno permesso alle partecipanti, organizer e mentor di crescere insieme, grazie ai talk che le hanno fatto guardare lontano, come quello di Azzurra Ragone, venuta a Palermo grazie a Google, sponsor al livello mondiale e (locale) della manifestazione.

La missione di questa edizione, oltre ad animare le 54 h a disposizione era anche quella di aggiungere all’ecosistema palermitano altri fattori biotici che non sempre sono agevolati a fare parte di esso per renderlo più autosufficiente ed equilibrato.

Startup Weekend Palermo Women’s Edition, per alcuni poteva sembrare una sfida, per me semplicemente una missione da compiere: fare diminuire il divario di genere nell’ ICT a ‪#‎Palermo‬, nel SUD Italia….e poi “scaliamo”.
Colmare questo ‪#‎GAP‬ equivale sia a colmare un vuoto culturale ma anche, nella nostra terra, a creare lavoro, sappiamo bene quanto i dati siano allarmati: solo il 29,6% delle donne tra i 20 e i 64 anni in Sicilia lavorano.
Guardandomi oggi, anche io stessa sono stata una startup: ho investito sulle mie capacità, ho studiato tanto, ho assecondato le mie passioni, ho realizzato dei progetti bellissimi ed importanti. Come ogni startupper ho anche preso anche delle porte in faccia ma con una piccola soddisfazione: tutte le porte una volta chiuse, cominciavano a scricchiolare.

Come foto del post ho allegato un momento della finale, nel quale Monica e Paola le mie due colleghe di questa avventura, mi incitavano a stare sul “palco”. Credo che la mia espressione (d’imbarazzo) sia abbastanza esplicita, chi mi conosce bene sa quanto io preferisca stare dietro le quinte, scrivere un discorso, curare una campagna di comunicazione senza che la mia persona appaia, perché apparire non mi piace, ho sempre preferito essere. Lascio che sia il mio progetto a raccontare, anche se apparentemente non ve ne accorgete, quella che sono, come è stato in questo caso per Wonder Woman.

Da piccola avrei voluto fare (anche) la pubblicitaria ed un po’ lo sono, dare vita ad un messaggio, ad una storia a qualcosa chi ieri non c’era ed oggi c’è mi diverte, letteralmente.

Grazie ancora a tutt*, come mi ha insegnato Azzurra Ragone a scrivere!

 

Vi racconto i premi:

I premio, consistente in sei mesi di incubazione virtuale ad Arca, con affiancamento manageriale. Le ragazze che presto, e per un bel po’ di tempo, vedremo nel nostro cowork, sono quelle del team di “Sound Glasses”, un servizio di fruizione culturale esperienziale tramite il suono, pensato per le città. Sound Glasses propone esperienze sonore abbinate ad itinerari scelti, fruibili in modo del tutto indipendente tramite app geolocalizzata.

Oltre al premio per la migliore idea, erano stati predisposti diversi premi speciali, messi a disposizione dai numerosi sponsor dell’evento. Vediamo quali erano e chi se li è aggiudicati.

Premio Speciale Sellalab (Warm up – Sessioni formative in aula con specialisti del settore fintech) a Trameet, applicazione geolocalizzata rivolta a fruitori di mezzi pubblici. Permette l’acquisto on line dei biglietti e la creazione di community tra gli utenti.

Premio speciale “Servizi Speciali”  offre un programma di accelerazione dedicato alla migliore idea nei settori Tourism&Travel/E-Commerce/Media. Il premio consiste in un percorso di accelerazione della durata di 3 mesi da svolgersi nel nostro open space presso la sede operativa di Casteldaccia (PA), con attività di mentoring e tutoring ed erogazione di servizi strategici, tecnologici, di marketing e comunicazione, per accelerare il processo di crescita dell’idea

Premio speciale “Giglio.com” (Tre mesi di incubazione Settore Moda/Fashion/Retail) a Dress me more, piattaforma web che permette un’alta customizzazione di prodotti sartoriali che coniugano la qualità ad un prezzo accessibile.

 

Premio speciale “@Factory” (Due mesi di advisoring e pre-accelerazione) a Sail App, applicazione geolocalizzata che permette di condividere esperienze di navigazione mettendo in contatto i proprietari di imbarcazioni con potenziali utenti.

Premio speciale “Make a Cube3” (Tre mesi di incubazione light – Digital mentoring – Tre mesi di spazio in co-working a Milano) a Dress me more.

Premio speciale “Omnia consulting” (Corso di Project Management per una persona con certificazione ISIPM – Istituto Italiano di Project Management) a Trameet.

Premio speciale “CRE_ZI” (analisi di prefattibilità) a Taliamy, che si pone l’obiettivo di realizzare accessori e capi moda con fibre naturali, all’insegna della sostenibilità, artigianalità, personalizzazione e internazionalizzazione. Ma tutto rigorosamente made in Sicilia.

Premio speciale “Olomedia” (Mentoring session di tre mesi in azienda) a Live around, applicazione che fornisce informazioni in tempo reale su eventi live esclusivi o jam session che si svolgono o stanno per svolgersi in prossimità degli utenti.

 

Ho creato un gruppo Facebook per tutte le geek Wonder Women palermitane, anche se non avete partecipato a Startup Weekend vi aspetto!