L’Elogio del Tram (Bombardier)

Sono mesi che mi si chiede cosa abbia io con il Tram

I più maligni hanno pensato che la mia fosse una campagna da influencer perché pagata da Amat, quelli un po’ meno maligni mi hanno detto di andare a propormi ad Amat e a Bombardier per essere pagata.

Insomma sono circondata da persone che vedono solo soldi dove io vedo solo passione.

Il fatto è semplice: io il tram lo amo da prima che arrivasse, da prima che si rifacessero i progetti, da prima prima, dai tempi di Omnibus: quando a farlo camminare erano dei cavalli.

Quella Palermo che, come in un Ritorno al Futuro, continua a vivere nel passato, vive nella mia mente, ha preso forma grazie ai tanti libri che ho letto. Un po’ come quando nei film si legge un libro e ad un tratto ci si ritrova dentro esso, per vivere un viaggio fantastico.

Non ci credo che non vi sarebbe piaciuto prendere il tram al capolinea di Piazza Bologni e arrivare a Monreale…siate sinceri, abbiate onestà intellettuale e sognate insieme me!

…Poi che ci abbia costruito tante storie, che ci porti la mia famiglia a fare conoscenza (possibilmente con la vettura 17, la mia prima) che ci flirti al semaforo rosso o che parli ai pantografi e vorrei fargli le coccoline, fa parte di me.

Mi piace inventare, creare, fantasticare, giocare e fare divertire chi mi circonda, sarà forse una colpa condividerlo con voi? Il mio divertimento, cosa vi toglie?

Perché promuovo il tram e il nuovo progetto per il centro? Perché è sano, corretto, sostenibile, utile e bello e poi più tram ci sono più solo felice.

Siate semplici e diretti, quando parlo di Bombardier io parlo di Bombardier…e voi?

A proposito di creatività, vi lascio con la mia ultima “creazione”, realizzata grazie all’ausilio di Aura Nuccio, che ha messo su digitale quello che mi era venuto in mente!

tram palermo

“Sono la paladina della legge, sono una combattente che veste alla tranviaria, io sono Sailor Bombardier e sono venuta fin qui per punirti in nome del Tram!”