fbpx

Presentazioni di libri a Palermo: Settembre 2019

Presentazioni di libri a Palermo: Settembre 2019

laFeltrinelli Libri e Musica – Via Cavour, 133

MARTEDÌ 17 SETTEMBRE 2019 DALLE ORE 18:00
I corsari del Terzo Riech

La terza flottiglia motosiluranti germanica cooperò in Sicilia alla neutralizzazione di Malta, minando le sue acque e attaccando i rifornimenti della Royal Navy. Calogero Conigliaro presenta I corsari del terzo Riech e i segreti di Husky (Editrice Goriziana) insieme a Adham Darawsha, Michelangelo Salamone e Pasquale Hamel.

MERCOLEDÌ 18 SETTEMBRE 2019 DALLE ORE 18:30
… A CASA NOSTRA CRONACA DI RIACE

Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso hanno percorso il perimetro di un triangolo ideale che unisce tre esempi di accoglienza: da Riace, esempio noto in tutto il mondo e ormai smantellato, a Gioiosa Ionica, uno dei modelli virtuosi ancora funzionanti, passando per la baraccopoli di San Ferdinando, un buco nero dei diritti e dell’integrazione a due passi da Rosarno. …A casa nostra – Cronaca di Riace (Feltrinelli Comics) è un nuovo, grande esempio di graphic journalism sul campo. Evento con aperitivo offerto da Planeta.

GIOVEDÌ 19 SETTEMBRE 2019 DALLE ORE 18:00
La spugna d’oro

Dario Lanfranca con La spugna d’oro (Rubbettino) getta luce, grazie anche al ricorso a documenti inediti, su una questione finora non ancora scientificamente definita e su cui si sono susseguite ricostruzioni spesso fantasiose: le origini della mafia. Interviene Tommaso Baris. Evento con aperitivo offerto da Planeta.

MARTEDÌ 24 SETTEMBRE 2019 DALLE ORE 18:00
Su Federico II di Svevia

Nel 1219, Francesco d’Assisi incontrava il sultano di Egitto e Siria Al-Malik Al-Kamil. I documenti dell’epoca che attestano l’evento sono numerosi, ma insiste la discussione storiografica per chiarire ciò che realmente accadde. In questo contesto si colloca Francesco d’Assisi, Al-Malik Al-Kamil, Federico II di Svevia (Edizioni di Storia) che, rivisitando fonti europee e arabe coeve, introduce un terzo protagonista: l’imperatore Federico II. Intervengono Carlo Ruta, Pasquale Hamel e Don Anselmo Lipari. Modera Camillo Scaduto. 

MERCOLEDÌ 25 SETTEMBRE 2019 DALLE ORE 18:00
Capire la mafia

Tentare di ricostruire come il sistema mafioso si è radicato nel tempo lungo della storia, così duttile da mimetizzarsi e poi rispuntare esibendo nuove vitalità, serve a comprendere il nostro frastornato presente. Amelia Crisantino presenta Capire la mafia (Di Girolamo) con Isabella Albanese e Rosalba Leone.Evento con aperitivo offerto da Planeta. 

GIOVEDÌ 26 SETTEMBRE 2019 DALLE ORE 18:00
Il camminatore solitario

Antonio Fiasconaro ci racconta la straordinaria storia di un uomo che prese a morsi le strade del mondo, a piedi, da solo. Damiano Cosenza, palermitano, classe 1923, è Il camminatore solitario (Arianna edizioni) che ha percorso 24.272 chilometri tra deserti, ghiacciai e foreste. Lo spirito d’avventura di un uomo di altri tempi che ha saputo, quando è arrivato il momento della pensione, tirare fuori il suo alter ego, o meglio: il suo vero ego. Intervengono Tommaso Romano Arianna Attinasi. Evento con aperitivo offerto da Planeta.

 

Scopri i libri più venduti su Amazon!

Scopri i libri più venduti su Amazon!

Mondadori Point – Palermo Villareale VIA VILLAREALE, 25/27 

VENERDÌ 20 SETTEMBRE 2019 DALLE ORE 18:00
Crispino l’illustrascarpe

Giuseppina Radice presenta il libro “Crispino l’illustrascarpe” – “Crispino era fantasioso, sempre colorato ma non in maniera esagerata. I suoi riccioli che gli incorniciavano il viso erano di un bel biondo tiziano. Gli piaceva vestirsi bene. Aveva stile ed era sempre elegante. Lo considerava una forma di rispetto per la vita e per il suo lavoro. Sua madre diceva sempre che ‘il lavoro nobilita l’uomo’. Egli, infatti, era molto orgoglioso del lavoro che svolgeva. L’aveva scelto dopo aver completato i suoi studi e gli piaceva, tra l’altro, perché gli permetteva di parlare – guardandole negli occhi – con le persone, di confrontarsi condividendo riflessioni, racconti di vita, consigli, pensieri veri non fasulli o arroganti…” Età di lettura: da 7 anni.

VENERDÌ 27 SETTEMBRE 2019 DALLE ORE 18:30
L’amore in@finito

In questo romanzo l’autore, Giovanni Giallombardo, mediante la fragile esistenza di Susan, che vive in un’America degli anni che verranno, affronta le delicate tematiche legate alla bioetica ed alla genetica, nel continuo parallelismo tra l’incrollabilità della fede e la precarietà della scienza. In questo perpetuo oscillare tra la vita e la morte, quest’ultima sembra essere definitivamente sconfitta con la più potente ed eterna fra le armi in possesso di ogni uomo, ossia l’amore, una forza che, se davvero è piena e compita, può varcare ogni confine dello scibile e dell’umano.

 

 

 

Modus Vivendi – Via Quintino Sella 79

 

MARTEDÌ 10 SETTEMBRE DALLE 19
Fuori per sempre

Doris Femminis in esclusiva per Palermo da Modusvivendi per il suo emozionante romanzo “Fuori per sempre” (Marcos y Marcos). Incontro valido anche per il Modusclub, il nostro circolo di lettura. Confrontarsi direttamente con l’autrice dopo aver letto il libro è un’esperienza che arricchisce e diverte.

Con l’autrice dialogheranno Vanessa Ambrosecchio e Maria Romana Tetamo.

GIOVEDÌ 26 SETTEMBRE 2019 DALLE ORE 18:30
La linea del tempo
Presentazione del libro “La linea del tempo” di Francesca Messina (Qanat) alla libreria Modusvivendi. Con l’autrice dialoga Beatrice Agnello. Letture di Stefania Blandeburgo.

 

Prospero/Enoteca Letteraria – Via Marche, 8

 

MERCOLEDÌ 11 SETTEMBRE 2019 DALLE ORE 19:00

Nel Nome

Maria è un nome segreto, un gioiello fuori dal tempo. Mettersi sulle tracce di un nome è sempre un’avventura, non esistono mappe né percorsi prestabiliti. Alessandro Zaccuri inizia questo viaggio da solo, punta il suo compasso sulle Marie dei Vangeli e da lì si muove per scrivere la sua preghiera del nome. Parte da una Maria ragazza senza volto, che balla su una pubblicità degli anni Ottanta, si ritrova con la madre sorridente e sofferente, e passando da Giulietta incontra la Maria di West Side Story, incrocia Borges, Giotto, Lippo e poi Kurtz e Achab, per arrivare infine alla Marie di Le Corbusier sulle vetrate della Notre-Dame-du-Haut. E mentre invoca e ripete questo nome, vive il dubbio, lotta contro i sette demoni e dissemina il suo rosario in luoghi imprevedibili, trasformando il suo e nostro viaggio in una benedizione, invisibile e leggera.

GIOVEDÌ 12 SETTEMBRE 2019 DALLE ORE 21:00

Luca Ragagnin sarà da Prospero per parlare con i lettori dei suoi libri pubblicati con Miraggi Edizioni. Per l’occasione il nostro barman ha ideato il cocktail “Pontescuro” titolo dell’ultimo romanzo dello scrittore, per il quale è stato candidato al Premio Strega.

SABATO 28 SETTEMBRE 2019 DALLE ORE 18:30

Uno di noi

Quattro amici di vecchia data, alla fine di una partita di calcetto, decidono di dare fuoco a una baraccopoli. Lo fanno così, senza una ragiona precisa, spinti dall’euforia del momento. Purtroppo, il loro gesto si trasformare in tragedia. Il drammatico evento lascia su tutti i personaggi coinvolti tracce indelebili, uno di noi ne è il resoconto, senza escludere nessuno, né le vittime, né i carnefici. È un libro duro, fatto di rabbia, di odio, di frustrazione. Parla di padri minuscoli, delle loro colpe, del loro inutile pentimento. Parla del ventre molle del paese, della sua inesorabile deriva forcaiola. Parla dell’impossibilità del perdono. E poi c’è la scrittura, che divora ogni cosa, trasformandola in letteratura. Daniele Zito, Miraggi Edizioni.
Dialoga con l’autore Mariela Peritore Fabbri

 

 

Libreria del Mare – Via della Cala 50

SABATO 28 SETTEMBRE 2019 DALLE ORE 18:30
L’ultimo Rais di Favignana

Un romanzo liberamente ispirato alla figura di Gioacchino Cataldo, rais della tonnara di Favignana. Una vita spesa nel tentativo di conservare una tradizione millenaria, attraverso settant’ anni di storia italiana, e che mescola tragedia classica con una modernità altrettanto letale. La visione di un personaggio irriducibile e controverso, destinato alla sconfitta. Sullo sfondo un’isola povera, ma ricca di tradizione, che si tramuta in splendida attrazione turistica, a rischio però di perdere le proprie radici. Con un mémoire di Carlo Ottaviano, di Massimiliano Scudeletti.