Si twitta l’odio per le donne al centro, nel napoletano, ma soprattutto al nord. Una realtà, che la cronaca purtroppo conferma: è al nord che i femminicidi sono cresciuti di più (+8,3%), mentre al sud sono in netto calo (-42,7%).
Le donne restano il vero bersaglio per i messaggi discriminatori: il 63,1% dei tweet negativi è infatti rivolto contro di loro. Una violenza, quella contro le donne, che sembra inarrestabile, come dimostrano i fatti che la cronaca continua incessantemente a riportare. In particolare, l’intolleranza si concentra in Lombardia con 9.856 tweet negativi, nel Lazio dove si sono raggiunti 6.102 messaggi discriminatori e in Umbria con 8.096 insulti contro le donne. Complessivamente sono stati rilevati 1.007.540 sulle donne e 71.006 sono i tweet negativi geolocalizzati. (Fonte Redazione Vox).

mappa_misoginia