Personale ATA e obbligo vaccinale: la diatriba

Da qualche giorno sui gruppi Facebook ATA me ne dicono di ogni per la mia chiara posizione nei confronti della vaccinazione Covid, anche perché si sta stringendo il cerchio intorno al corpo docente e al personale tecnico amministrativo in merito ad una eventuale obbligatorietà. Ancora attendo che qualcuno mi dia una vera ragione scientifica per non vaccinarsi. Siamo sempre intorno ai dialoghi dell’assurdo dove spieghi, ma dall’altra parte i soliti luoghi comuni. Alla fine mi sono trovata costretta a dirgli che se non hanno studiato determinate cose devono fidarsi o mettersi sui libri e solo dopo tornarne a parlare. Questo vale per qualsiasi cosa, sia chiaro, e sia anche chiaro che l’ignoranza non la puoi colmare con i titoli dei giornali o usando alla rinfusa termini scientifici dei quali non conosci il significato e soprattutto il meccanismo. Non ci si erige a nulla, anzi, divulgare la scienza facendo capire con parole semplici è bellissimo, chi mi conosce lo sa.
Poi però mi fermo a riflettere, faccio un salto nel passato e ricordo che molte di queste persone sono le stesse incapaci di inserire in maniera corretta il loro voto di diploma in questo box, notate la presenza delle indicazioni per farlo.


Ps: Ieri l’admin però ci ha tenuto a dire che loro hanno 2, 3, 4 e 5 lauree…chissà questa parte sull’inserimento in che materia l’hanno studiata.